Google

Notizie da Google

  1. Tutto su Google
  2. Notizie da Google
  3. Annunci e notizie
  4. Annunci e notizie

Google lancia la competizione artistica “Doodle per Google: l’Italia tra 150 anni”

Indirizzata agli studenti delle scuole primarie e secondarie per reinventare il logo di Google e ispirata dai luoghi che hanno segnato l’unità d’Italia, ora su Google Street View.

Milano, 20 aprile 2011 – Google prende parte alle celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia e lo fa con uno sguardo al futuro, lanciando la competizione artistica “Doodle per Google: l’Italia tra 150 anni”. Patrocinata dal Ministero per i Beni e le Attività culturali e con la collaborazione del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca e RAI150, l’iniziativa ha ricevuto il riconoscimento ufficiale dell’Unità tecnica di missione per le celebrazioni dei 150 anni istituita presso la Presidenza del Consiglio. Il progetto mira a promuovere un percorso educativo nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado.

La competizione artistica è un invito alle scuole italiane a riflettere sul futuro dell’Italia, partendo dalla conoscenza delle nostre tradizioni storico-culturali. Sotto la guida dei loro insegnanti, gli studenti italiani sono invitati a creare un doodle (ovvero una variante artistica del logo di Google) con uno stile personale, comunicando la propria visione sull’Italia dei prossimi 150 anni che contribuiranno a costruire. Quindi, sotto con le idee e matite colorate in mano, perché il doodle vincitore avrà l’onore di essere pubblicato sull’homepage italiana di Google per un giorno intero, il 30 settembre 2011.

Per offrire spunti alla creazione del proprio doodle e riflettere sulle tappe che hanno segnato il percorso verso l’unità del nostro Paese, Google ha realizzato un tour virtuale dei 40 luoghi ritenuti dagli esperti Ministero per i Beni e le Attività culturali le tappe fondamentali della nostra storia nazionale, accompagnati informazioni storiche e video forniti da RAI 150. Chiunque potrà così vedere la bandiera che ancora sventola sulla scoglio da cui partirono i Mille, il 5 maggio 1860, visitare la Fortezza del Priamar, luogo di prigionia di Giuseppe Mazzini, attraversare Porta Pia, come fecero le truppe che entrarono a Roma il 20 settembre 1870 per annettere la città al Regno d’Italia o ancora ammirare Palazzo Doria D’Angri, da dove Garibaldi annunciò l’annessione del Regno delle Due Sicilie a quello d’Italia.

La sfida per il miglior doodle tricolore parte domani, 21 Aprile 2011, e termina il 10 giugno 2011. Il team di Google selezionerà i 90 doodle finalisti, identificando le 30 migliori creazioni artistiche per ciascuna delle 3 categorie scolastiche: scuole elementari, scuole medie inferiori e scuole medie superiori. Successivamente, una giuria ufficiale composta dal musicista Lorenzo Jovanotti, il giornalista RAI Giovanni Minoli, Anna Mattirolo, direttrice del Maxxi Arte di Roma, un rappresentante per il Ministero per l’istruzione, l’università e la ricerca, si occuperà di selezionare i 30 loghi finalisti (10 per ogni categoria).

Spetterà poi al pubblico di Internet votare il vincitore assoluto e quello per categoria: dal 27 giugno fino al 15 settembre 2011, chiunque avrà la possibilità di comunicare la propria preferenza andando direttamente sul sito www.google.it/150anni/doodle.

Il 30 settembre 2011, il doodle vincitore assoluto verrà pubblicato per 24 ore sull’homepage italiana di Google e la scuola che lo rappresenta riceverà dotazioni tecnologiche offerte con la collaborazione del partner tecnico HP (computer portatili, desktop e schermi) per un valore di 25.000 euro. Gli studenti che hanno realizzato i doodle vincitori nelle 3 categorie riceveranno computer portatili HP e gadget Google.

Mario Resca, Direttore Generale per la Valorizzazione del Patrimonio Culturale, ha così commentato l’iniziativa: “Sosteniamo con entusiasmo questa iniziativa perché incontra due mondi, quello degli studenti e quello delle tecnologie, verso cui la mia Direzione Generale ha orientato molte delle sue attività, nella convinzione che incentivare la fruizione del patrimonio storico-artistico da parte dei giovani sia fondamentale per creare una coscienza culturale condivisa, elemento cardine del nostro essere italiani. E ciò è possibile solo coinvolgendoli tramite il mondo della scuola, come in questo concorso, e comunicando direttamente con loro grazie alle potenzialità offerte dai new media”.

“Da anni ormai il logo di Google si presta a celebrazioni di persone ed eventi che hanno segnato la storia attraverso la creatività e l’innovazione”, prosegue Stefano Maruzzi, Country Director di Google Italy. “Siamo felici che da oggi questo stesso logo possa rappresentare uno stimolo per molti studenti italiani a riflettere sul futuro del nostro Paese, ispirati dai luoghi e dalle persone che ci hanno portati ad essere una sola nazione”.

“Sono giovani, spesso giovanissimi i protagonisti del Risorgimento”, ricorda Giovanni Minoli, direttore di Rai 150. “Un’intera generazione che ha scelto di lottare per i propri ideali con coraggio, tenacia e determinazione. E’ questa la straordinaria avventura che Rai 150 racconta attraverso i propri filmati, le trasmissioni televisive e il sito web dedicato www.italia150.rai.it. Insieme a Rainet abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa per raccontare agli studenti la storia del nostro paese con i linguaggi propri dei new media e con partner di assoluto valore. Nella convinzione che conoscere il passato e le proprie radici significa avere più strumenti per capire il proprio presente e maggiori capacità di progettare il futuro”.

Ulteriori informazioni sul concorso: