Google

Notizie da Google

  1. Tutto su Google
  2. Notizie da Google
  3. Annunci e notizie
  4. Annunci e notizie

La Camera dei Deputati e YouTube uniscono le forze per combattere la violenza contro le donne

Il concorso Action for Women intende coinvolgere aspiranti registi europei per sensibilizzare l’opinione pubblica, un video dopo l’altro, su questo grave fenomeno sociale

Venezia, 9 settembre 2009 – Nel contesto della 66a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, la Camera dei Deputati e YouTube, in collaborazione con la Delegazione parlamentare italiana al Consiglio d’Europa, Cinecittà Luce e CSC Production, annunciano oggi il concorso cinematografico Action for Women per la realizzazione di un corto sul tema della violenza contro le donne. L’iniziativa intende coinvolgere gli aspiranti registi nella lotta a un grave problema sociale che non si limita solo alle aggressioni fisiche e sessuali, ma si estende ad atti altrettanto gravi e spesso nascosti come l’abuso emotivo, lo stalking, il mobbing, la discriminazione, l’intimidazione e le privazioni economiche.

“Non si può ritenere civile e moderna una società all’interno della quale si verificano episodi di violenza contro la donna”, è il parere dell’ On. Deborah Bergamini, Deputato del PDL, membro del Consiglio d’Europa e ideatrice dell’iniziativa. “Purtroppo anche se viviamo in un’epoca in cui tutti si professano sostenitori delle pari opportunità, il fenomeno della violenza contro le donne è in preoccupante aumento. Ecco perché le istituzioni hanno bisogno del mondo dei media, affinché l’attenzione dell’opinione pubblica sia sempre alta. In questo è fondamentale il ruolo delle nuove piattaforme come YouTube, che abbiamo scelto come partner dell’iniziativa, proprio perché sono quelle più seguite dai giovani. La novità di questa collaborazione tra istituzioni e YouTube sta nel fatto che c’è una compartecipazione. Chiunque prenda parte a questo concorso, anche semplicemente diffondendo un video o partecipando al sondaggio, si rende messaggero di questa missione: combattere la violenza contro le donne.”

“Il Consiglio d’Europa considera prioritario il problema della violenza domestica e contro le donne perché se ne conoscono le dimensioni, purtroppo in crescita esponenziale, ma non si riesce a punire i colpevoli, perché protetti dalla complicità delle stesse vittime”, ha aggiunto Seda Pumpyanskaya, direttore della Comunicazione e della Ricerca del Consiglio d’Europa. “Nella maggior parte dei casi, infatti, la donna aggredita e malmenata si rifiuta di denunciare il proprio aggressore perché se ne vergogna o per non mandare in prigione il padre dei propri figli e non privare di sostentamento la famiglia. Ecco perché cerchiamo di promuovere normative comuni europee che assicurino il sostegno, anche economico, dello Stato alle donne che subiscono violenza”.

A partire da oggi, gli utenti potranno visitare il canale YouTube di Action for Women (www.youtube.com/actionforwomen) e prendere parte a un breve sondaggio che ha l’obiettivo di indagare il livello di conoscenza che gli utenti di YouTube hanno del fenomeno della violenza contro le donne.

Dal 15 settembre all’1 dicembre, gli aspiranti registi di 11 Paesi Europei* potranno realizzare un corto originale della durata massima di 5 minuti che esorti a mettere la parola fine alla violenza contro le donne e caricarlo sul canale YouTube di Action for Women.

Il regista belga Jaco Van Dormael presiederà la giuria che selezionerà i dieci finalisti e che sarà così composta: i registi Francesca Comencini, Renata Litvinova, Giuseppe Tornatore e Roberta Torre, l’On. Deborah Bergamini, ideatrice dell’iniziativa, Seda Pumpyanskaya del Consiglio d’Europa, il critico cinematografico Enrico Magrelli e l’Amministratore Delegato di Cinecittà Luce Luciano Sovena.

Sarà poi la community di YouTube, con il proprio voto, che tra il 18 dicembre e il 15 gennaio deciderà quali saranno i vincitori, che verranno annunciati il 20 gennaio 2010.

Il vincitore sarà premiato con una proiezione dedicata del suo corto alla 67° Mostra Internazionale del Cinema di Venezia a settembre 2010. Il secondo classificato verrà premiato con uno stage di otto settimane presso l’Archivio di Cinecittà Luce. Il terzo, con uno stage di otto settimane alla società di Produzione del Centro Sperimentale di Cinematografia (CSC Production) di Roma.

“La violenza contro le donne è un problema serio che supera confini, culture, classi sociali, religioni ed etnie”, ha commentato Giorgia Longoni, Direttore Marketing YouTube in Italia. “Sia la Camera dei Deputati sia il Consiglio d’Europa considerano prioritarie la prevenzione e la definitiva eliminazione dei maltrattamenti alle donne e per questo motivo è ideale lavorare a stretto contatto con loro nel progetto Action for Women. Mettendo a disposizione la piattaforma YouTube per il concorso, possiamo offrire il nostro contributo alla causa, un video dopo l’altro”.

“Sono felice e orgoglioso di partecipare a questa iniziativa, che si inserisce perfettamente nel nostro nuovo indirizzo societario, che coniuga proposte di carattere sociale con la politica a favore dei giovani autori”, ha dichiarato Luciano Sovena, Amministratore Delegato di Cinecittà Luce.

Le funzionalità social di YouTube permetteranno a chiunque di valutare i video in concorso per Action for Women, discuterne attraverso i commenti testuali e le risposte ai video e pubblicarli con un click su social network come Facebook e Twitter, facilitandone una maggiore diffusione e contribuendo quindi alla sensibilizzazione al problema.

* Italia, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Olanda, Polonia, Russia, Spagna e Svezia

Informazioni su YouTube

YouTube è la video community più popolare al mondo, che permette a milioni di persone di scoprire, guardare e condividere video. YouTube rappresenta un punto di contatto tra le persone e una fonte di informazione e ispirazione per gli utenti nel mondo; è una piattaforma di distribuzione per creatori di contenuti originali e investitori pubblicitari di piccole e grandi dimensioni. Per promuovere un uso responsabile e sicuro della Rete, da qualsiasi pagina di YouTube è accessibile il Centro Sicurezza, che contiene consigli di uso pratico e link a risorse che offrono supporto per affrontare nel modo migliore le principali problematiche del mondo online. YouTube ha sede a San Bruno, in California, ed è una società controllata da Google Inc.